Antonopoulos Debunks Bitcoin Attack Double-Spend FUD

Antonopoulos Debunks Bitcoin Attack Double-Spend FUD

Andreas Antonopoulos ha preso a Twitter per sfatare la paura, l’incertezza e il dubbio (FUD) diffuso da alcune pubblicazioni criptiche riguardo a un attacco da 22 dollari di bitcoin-double spend. Il rinomato evangelista dei Bitcoin ha chiarito che l’intero scenario era semplicemente una riorganizzazione a catena nella catena di blocco dei Bitcoin, un evento che fa parte del normale funzionamento dei Bitcoin.

Bitcoin è ancora forte come sempre

Il sostenitore dei Bitcoin, Andreas Antonopoulos, ha scritto un thread su Twitter che spiega l’evento del 20 gennaio sulla rete Bitcoin, che alcune pubblicazioni hanno falsamente descritto come un attacco a doppia spesa.

Come riportato dal Cointelegraph il 21 gennaio 2020, citando un tweet di BitMEX Research, c’è stata una transazione a doppia spesa Crypto Code sulla rete Bitcoin del valore di 0,00062063 BTC (21 dollari all’epoca).

Per i non iniziati, una doppia spesa è semplicemente una situazione in cui un cattivo attore spende la stessa BTC due volte. Per esempio, un possessore di Bitcoin potrebbe spendere i suoi 20 dollari di BTC per una ciotola di riso e usare comunque gli stessi 20 dollari per acquistare altri oggetti, invece di avere un saldo zero nel portafoglio.

Secondo il whitepaper Bitcoin di Satoshi Nakamoto, è praticamente impossibile effettuare un attacco a doppia spesa sulla rete Bitcoin. Come tale, la falsa notizia che questo brutto scenario si è verificato, ha innescato un’enorme incertezza di paura e dubbi nei cuori dei neofiti della crittografia, alimentando anche un calo di oltre il 10% del prezzo del bitcoin (BTC).

Antonopoulos al Soccorso

Nel suo lungo thread di Twitter, Antonopoulos ha spiegato che la presunta doppia spesa è semplicemente una riorganizzazione a catena nella catena di blocco Bitcoin, „un evento comune che fa parte del normale funzionamento della Bitcoin“, aggiungendo che „è il risultato di un consenso decentrato sotto prova di lavoro“. Tutte le catene PoW lo fanno“.

Antonopoulos ha aggiunto:

„Non è successo niente di strano o al di fuori dell’algoritmo di consenso. Bitcoin continua a funzionare esattamente come dovrebbe. L’unica cosa che è successa è il cattivo „giornalismo“, se si può chiamare così. In un mercato di bollicine, una diceria può fare il giro del globo prima di essere smascherata“.

Per il contesto, la rete Bitcoin è rimasta solida e a tenuta stagna dalla sua creazione 12 anni fa. Tuttavia, alcune altre reti a catena di blocco, tra cui Ethereum Classic (ETC), sono state incrinate da attori disonesti negli ultimi tempi.

Lo scorso gennaio, BTCManager ha informato che la Bitcoin Gold (BTG), una delle numerose forcelle dure della Bitcoin (BTC) di Satoshi Nakamoto, ha subito un attacco da 75.000 dollari.